fbpx

Mutua Salsamentari, Davide Simoni eletto nuovo Presidente: «Preserviamo la storia dell’Associazione, con un occhio al futuro. Le mie parole d’ordine? Qualità, formazione e digitalizzazione»

Il Presidente uscente Luciano Sita, acclamato dall’Assemblea: «È il momento giusto per passare il testimone. Davide è il fiore all’occhiello della nostra Associazione». Roberto Melloni nominato Consigliere Delegato

Promuovere i prodotti del territorio, unendo un simbolo come i taglieri di salumi e formaggi alle destinazioni turistiche della Città Metropolitana. È questo uno degli obiettivi che si pone di raggiungere Davide Simoni, neo Presidente della Mutua Salsamentari, che succede dopo 10 anni a Luciano Sita, storico e amato Presidente di una delle Associazioni più antiche di Bologna, fondata nel 1876 e che festeggerà i 150 anni nel 2026.

Il cambio al vertice è avvenuto durante una partecipatissima assemblea, a cui hanno preso parte anche Giancarlo Tonelli, Direttore Generale Confcommercio Ascom Bologna, e Rita Ghedini, Presidente Lega Cooperativa. Sita, visibilmente emozionato e acclamato da tutti, ha passato il testimone a Simoni, dando la sua benedizione al nuovo corso della Mutua Salsamentari: «Sono orgoglioso di quanto fatto in questi 10 anni da Presidente, ma era giunto il tempo di passare il testimone a un giovane socio e Davide, che rappresenta il fiore all’occhiello della nostra Associazione, sono sicuro ricoprirà benissimo la carica di Presidente – spiega Sita –. I Salsamentari sono un bene storico di tutta la città, in questi 10 anni abbiamo lavorato per creare numerose iniziative che potessero legarsi al tessuto sociale e commerciale del territorio. Siamo riusciti a raggiungere questo obiettivo grazie all’aiuto di tutti gli associati, d’altronde alla base dei Salsamentari c’è proprio l’amicizia e il mutuo soccorso tra i soci».

Particolarmente sentito anche il discorso di Simoni che ha esposto i punti principali che caratterizzeranno il suo mandato: «Per me è una grande emozione e responsabilità succedere al Presidente Sita – commenta Simoni –. Ci aspettano numerose sfide in futuro, tra tutte ottenere il riconoscimento Deco del Comune di Bologna per il “Tagliere dei Salsamentari”. Vogliamo evitare la banalizzazione di un simbolo della nostra città, creando un prodotto unico, fatto di materie prime di qualità e d’eccellenza, certificate dai produttori dei nostri territori e siglando una sinergia con loro per la creazione di itinerari turistici del gusto, che porti benefici a tutta la filiera».

Non solo, Simoni guarda al futuro dell’Associazione con un occhio di riguardo al passato: «Abbiamo un archivio storico importantissimo che deve essere valorizzato e riorganizzato. Dobbiamo puntare sulla digitalizzazione per fare in modo che tutti, associati e appassionati del mondo della salumeria, possano attingere da questi documenti che hanno un valore unico – prosegue il neo Presidente –. Un altro obiettivo è quello di realizzare corsi di formazione e un manuale sulla salumeria, che aggiorni il precedente scritto nel 1945, soprattutto dal punto di vista dell’accoglienza dei clienti, sulla gestione, apertura e taglio dei salumi. Inoltre nel 2026 festeggeremo i 150 anni della nostra Associazione e ci stiamo già muovendo per organizzare numerosi eventi che coinvolgano tutto il territorio».

Ad affiancare Davide Simoni, come Consigliere Delegato è stato nominato Roberto Melloni, imprenditore da sempre impegnato nella valorizzazione delle eccellenze della Città Metropolitana. «È stato con immenso piacere apprendere la proposta del Consiglio di coinvolgermi in un ruolo così importante. Quello che ho da subito percepito nell’incontro con i soci della Mutua Salsamentari 1876 è stata la grande passione e la grande esperienza che si respira al loro interno, un patrimonio di storia che deve essere preservato, ma anche trasmesso all’esterno – conclude Melloni –. La Mutua Salsamentari, però, non può essere solo legata al passato e il compito che ci siamo dati con gli altri consiglieri è di allargare i campi di azione coinvolgendo al nostro interno i tanti produttori di qualità presenti nell’area metropolitana di Bologna e i tanti appassionati che cercano nel cibo una filiera garantita. Il ruolo fondamentale dei Salsamentari deve essere quello di fare da ponte fra questi due mondi. Da questo progetto nasce il “TAGLIERE SALSAMENTARI 1876” dove all’interno il consumatore finale può ritrovare la migliore selezione della gastronomia bolognese, un concentrato delle eccellenze di salumi, formaggi, preparati gastronomici e prodotti lievitati, tutti riconducibili alla storia e alla tradizione della nostra terra».

Bologna, 4 maggio 2022

Trovi gli allegati nella sezione Download

Articoli correlati

Fatturazione
Elettronica

Fatturazione Elettronica

La soluzione più completa
per gestire la tua contabilità.

E-mail
Dipendenti

E-mail
Dipendenti

Gestisci la posta
con la webmail di Ascom.

PEC
Clienti

PEC
Clienti

La Posta Certificata
per i Clienti Ascom.

Portale Azienda

I nostri servizi tradizionali diventano proposte differenziate
per soddisfare tutte le esigenze degli associati

Azienda

dipendenti

Non hai un account? Scopri di più