fbpx

Decreto Milleproroghe e Sorveglianza sanitaria eccezionale

(Decreto Legge 31 Dicembre 2020, n. 183)

Il decreto Milleproroghe prevede lo spostamento del termine dell’applicazione delle disposizioni sulla sorveglianza sanitaria eccezionale fino alla cessazione dello stato di emergenza e comunque non oltre il 31 marzo 2021.

La proroga riguarda quanto previsto dall’articolo 83 del decreto Rilancio: i datori di lavoro, sia pubblici sia privati, che non sono tenuti alla nomina del medico competente possono fare richiesta all’INAIL di una visita medica per i lavoratori fragili.

In particolare la disposizione obbliga i datori di lavoro, pubblici e privati, ad assicurare la sorveglianza sanitaria eccezionale, svolta dal medico competente o dall’Inail. Tale sorveglianza va effettuata nei confronti dei lavoratori maggiormente esposti a rischio di contagio.

La scadenza viene spostata dal decreto Milleproroghe, DL numero 183 del 31 dicembre 2020, al termine dello stato di emergenza e comunque non oltre il 31 marzo 2021. Entro tale data, i datori di lavoro pubblici e privati che non sono tenuti alla nomina del medico competente possono nominarne uno o fare richiesta all’Inail di visita medica per sorveglianza sanitaria dei lavoratori e delle lavoratrici fragili.

Per ulteriori informazioni siete invitati a contattare l’ufficio Ambiente.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Articoli correlati

Fatturazione
Elettronica

Fatturazione Elettronica

La soluzione più completa
per gestire la tua contabilità.

E-mail
Dipendenti

E-mail
Dipendenti

Gestisci la posta
con la webmail di Ascom.

PEC
Clienti

PEC
Clienti

La Posta Certificata
per i Clienti Ascom.

Portale Azienda

I nostri servizi tradizionali diventano proposte differenziate
per soddisfare tutte le esigenze degli associati

Azienda

dipendenti

Non hai un account? Scopri di più