fbpx

Farmacie, mancano i vaccini

Argentieri (Ascomfarma): «I proclami si scontrano con la realtà dei fatti»

A pochi giorni dall’avvio della campagna di vaccinazione antinfluenzale le farmacie ancora non hanno ricevuto indicazioni chiari e precise su come comportarsi. «Per i cittadini che non rientrano nelle categorie che hanno diritto al vaccino gratuitamente, i proclami di questi giorni si scontrano con la realtà dei fatti – commenta Giuseppe Argentieri, presidente regionale di Ascomfarma, titolare della farmacia Argentieri di Castel d’Aiano –. È vero che la Regione Emilia-Romagna ha destinato alle farmacie più vaccini rispetto alle altre regioni, ma è anche vero che parliamo di una media di tre fiale per farmacia. Praticamente nulla».

A preoccupare, inoltre, sono anche la mancanza di indicazioni da parte dei fornitori su come e quando questi vaccini verranno distribuiti alle farmacie. «A oggi non ci è stato comunicato nulla, quindi non sappiamo come e quando avremo la disponibilità di queste poche dosi – prosegue Argentieri –. In questo modo è praticamente inutile e impossibile anche solo pensare di prendere prenotazioni per i vaccini. Va inoltre sottolineato che le aziende produttrici hanno già esaurito e consegnato alle regioni tutte le dosi a loro disposizione e per questo non è neanche possibile produrre ulteriori fiale di vaccini. Insomma, attualmente, dobbiamo farci bastare quelle che arriveranno». 

Inoltre, le associazioni di categoria, tra cui Ascomfarma, e l’Ausl hanno anche firmato il protocollo che permette alle farmacie pubbliche e private di effettuare i test sierologici. La partenza è prevista per il 19 ottobre e il servizio è rivolto al personale scolastico e a tutti gli studenti di ordine e grado, compresi i familiari e conviventi. Rientrano negli aventi diritto anche universitari fuorisede, se domiciliati in regione. Il test sarà possibile effettuarlo solo su prenotazione e se muniti di fascicolo sanitario elettronico. «Aderire a questa iniziativa è un segno di grande responsabilità e impegno, da parte delle farmacie, in un periodo così complicato dal punto di vista lavorativo – conclude Argentieri –. Siamo state tra le poche attività aperte durante il lockdown e anche ora abbiamo deciso di non tirarci indietro e fare la nostra parte per il bene della comunità».

Bologna, 9 ottobre 2020

Trovi l'allegato nella sezione Download

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Articoli correlati

Fatturazione
Elettronica

Fatturazione Elettronica

La soluzione più completa
per gestire la tua contabilità.

E-mail
Dipendenti

E-mail
Dipendenti

Gestisci la posta
con la webmail di Ascom.

PEC
Clienti

PEC
Clienti

La Posta Certificata
per i Clienti Ascom.

Portale Azienda

I nostri servizi tradizionali diventano proposte differenziate
per soddisfare tutte le esigenze degli associati

Azienda

dipendenti

Non hai un account? Scopri di più