fbpx

Risarcimenti e sconti fiscali alle aziende

Enrico Postacchini, Presidente Confcommercio Ascom Bologna: “Alle imprese occorrono certezze e non discussioni e scontri politici”

Si è appena concluso un anno con dati estremamente negativi per i bilanci di imprenditrici e imprenditori del commercio, del turismo, dei servizi alle imprese e alle persone e, più in generale, per l’economia del nostro territorio. Un anno, il 2020, che ha messo in discussione il futuro di tante aziende. Del resto le aspettative per il primo semestre del 2021 prefigurano il perdurare di una situazione di incertezza e di complessità che si accompagnerà all’avvio e poi al consolidamento numerico della campagna di vaccinazione, unico strumento per tornare alla normalità.

In questa fase sarà fondamentale la vicinanza delle Istituzioni e la capacità, da parte del governo, di prevedere misure in grado di incidere positivamente sulla vita delle imprese. Si deve scongiurare la chiusura delle attività economiche e quindi non più ristori, del tutto insoddisfacenti come quelli erogati fino ad ora, ma risarcimenti sulla base del calo di fatturato che è stato reale con percentuali altissime per una platea ampia di imprese. E ancora provvedimenti di natura fiscale incisivi, funzionali ad assicurare una ripresa economica e un sostegno ai consumi e all’occupazione.

Per ripartire nel 2021 le imprese avranno bisogno di un quadro definito di regole. Non potranno continuare a lavorare a intermittenza. Alle imprese occorrono certezze e non discussioni e scontri politici. I tentennamenti non aiutano le aziende e i loro collaboratori.

Non aiutano il nostro Paese. Quindi, risarcimenti effettivi, misure fiscali, certezza delle regole ma sarà fondamentale cominciare subito a lavorare sul turismo Italiano e straniero. Dobbiamo farci trovare pronti per una prima ripartenza che ci auguriamo inizi con il periodo estivo del 2021. Il nostro sistema di imprese guarda al volano economico che alcuni importanti asset come Aeroporto, Fiera, Centergross, Interporto e Fico metteranno in campo non appena si attenuerà l’emergenza sanitaria. Le istituzioni nazionali e locali siano più consapevoli del ruolo delle imprese e sappiano metterle al centro dei loro piani per la ripartenza.

L’anno che verrà, Il Resto del Carlino 2 gennaio 2020
Enrico Postacchini
Enrico Postacchini Presidente Confcommercio Ascom Bologna
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Articoli correlati

Fatturazione
Elettronica

Fatturazione Elettronica

La soluzione più completa
per gestire la tua contabilità.

E-mail
Dipendenti

E-mail
Dipendenti

Gestisci la posta
con la webmail di Ascom.

PEC
Clienti

PEC
Clienti

La Posta Certificata
per i Clienti Ascom.

Portale Azienda

I nostri servizi tradizionali diventano proposte differenziate
per soddisfare tutte le esigenze degli associati

Azienda

dipendenti

Non hai un account? Scopri di più