fbpx

Calderara di Reno: contributo a fondo perduto per le attività colpite dal Dpcm 24 ottobre

Fino a 1200 euro per richiedente

L’Amministrazione Comunale di Calderara di Reno ha messo in campo una misura per sostenere le attività economiche e le realtà associative colpite dal Dpcm del 24 ottobre. Bar, ristoranti, pub, palestre, attività sportive e associazioni sono i beneficiari di questa iniziativa, che permetterà a chi ne ha i requisiti di accedere immediatamente ad un contributo, diverso a seconda della tipologia di attività svolta.

L’entità del contributo e i beneficiari

Nel dettaglio, la misura prevista dalla Giunta prevede la corresponsione, dietro presentazione della richiesta, di un contributo a fondo perduto:

  • 1.200 euro per ristoranti, pub e palestre
  • 800 euro per bar e gelaterie
  • 600 euro per chi svolge attività sportive di contatto e al chiuso e le associazioni che organizzano corsi di formazione nelle aree inerenti teatro, musica, lingue, danza e sostenibilità ambientale.
  • Ulteriori 6.000 euro, provenienti dal finanziamento regionale per i voucher sport, saranno inoltre erogati, proporzionalmente ai propri iscritti, alle associazioni sportive del territorio calderarese.

Come accedere al contributo

Le attività interessate dovranno solo scaricare e compilare la domanda di partecipazione e il modulo di tracciabilità dei flussi finanziari allegati in calce a questa notizia, quindi spedire i documenti compilati e firmati all’indirizzo Pec del Comune. La domanda è indirizzata al Suap – Spportello unico della attività produttive – del Comune. Successivamente, con periodicità settimanale, gli uffici comunali liquideranno con bonifico i contributi relativi alle domande pervenute.

Chi può presentare la domanda

Possono accedere al contributo le attività, comprese nell’elenco delle categorie ammesse, che hanno sede legale e/o unità locale nell’area territoriale del Comune di Calderara di Reno.

Si tratta di aiuti che si aggiungono a quelli provenienti da Governo e Regione, non costituiscono dunque un’alternativa ad altri contributi. Ogni attività può avanzare una sola istanza di contributo per una delle misure indicate, fatto salvo il diritto di poter richiedere altri contributi pubblici in cumulo alla stessa.

I fondi verranno erogati dunque una sola volta per ogni attività, e per una sola delle categorie presenti nell’elenco.

Sarà causa di esclusione il non essere in regola con gli obblighi patrimoniali e tributari comunali.

Sarà causa di esclusione inoltre l’aver presentato richiesta per un esercizio attualmente non attivo: sono esclusi dalla misura gli esercizi cosiddetti stagionali che, alla data del 24 ottobre 2020, hanno chiuso la propria attività nell’ambito della propria organizzazione commerciale; sono inoltre escluse le attività il cui esercizio commerciale risulta inattivo sempre al 24 ottobre 2020.

Allegati

  • Domanda di partecipazione
  • Modulo di tracciabilità dei flussi finanziari

Trovi gli allegati nella sezione Download

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Articoli correlati

Fatturazione
Elettronica

Fatturazione Elettronica

La soluzione più completa
per gestire la tua contabilità.

E-mail
Dipendenti

E-mail
Dipendenti

Gestisci la posta
con la webmail di Ascom.

PEC
Clienti

PEC
Clienti

La Posta Certificata
per i Clienti Ascom.

Portale Azienda

I nostri servizi tradizionali diventano proposte differenziate
per soddisfare tutte le esigenze degli associati

Azienda

dipendenti

Non hai un account? Scopri di più