fbpx

Taglio dei tributi locali a Gaggio Montano

A seguito della pandemia e delle misure di contenimento dell’emergenza sanitaria, la Confcommercio Ascom di Gaggio Montano e il Presidente locale Andrea Nicolini hanno chiesto al Comune di sostenere le attività economiche di vicinato con interventi di alleggerimento della fiscalità locale intesi non soltanto ad arginare le ricadute del lockdown ma anche a far ripartire l’intero sistema economico del territorio.
L’Amministrazione comunale, da tempo impegnata nella ricerca di soluzioni in grado di garantire sia l’equilibrio di bilancio dell’ente locale sia la diminuzione del carico tributario gravante sulle imprese, è intervenuta con due importanti provvedimenti, riportati di seguito.

AGEVOLAZIONE TARI
Il Comune di Gaggio Montano ha riconosciuto le seguenti agevolazioni a favore delle attività che potevano risultare sospese parzialmente o completamente secondo quanto disposto dai Decreti governativi e dalle Ordinanze regionali, emananti dall’8 marzo 2020 in avanti per fronteggiare l’emergenza COVID-19:

  • per ristoranti, trattorie, osterie, pizzerie, pub, bar, caffè, pasticcerie, dettaglio di fiori e piante è prevista una riduzione sulla parte variabile del 50%;
  • per tutte le altre attività è invece prevista una riduzione sulla parte variabile del 33%.

CALMIERAMENTO DELL’ALIQUOTA IMU
In tema di IMU, l’Amministrazione comunale, grazie anche al lavoro sindacale svolto dalla nostra Associazione, ha deciso di calmierare l’aumento dell’aliquota relativa agli immobili commerciali C1 per i quali, a partire dall’1 gennaio 2020 sia stato ridotto il canone di affitto del 5% oppure, nel caso di nuovi contratti, il canone di affitto sia uguale o inferiore al valore massimo stabilito dalle quotazioni immobiliari OMI del semestre precedente a quello di stipula del contratto. Per poter usufruire dell’aliquota agevolata dello 0,86% (rispetto a quella dell’1,06%) è necessario presentare apposita autocertificazione all’Ufficio Tributi, allegando copia del contratto di affitto, entro il termine di scadenza della seconda rata IMU.

Si ricorda infine che il Comune, pur non avendo differito il termine di versamento della prima rata dell’IMU 2020 ha tuttavia ritenuto opportuno prevedere la non applicazione di sanzioni e interessi per tutti i contribuenti con difficoltà economiche causate dalla pandemia (da attestarsi entro la scadenza del saldo su apposito modello comunale) che effettueranno il versamento della rata di acconto IMU entro il 16 settembre 2020.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Articoli correlati

Fatturazione
Elettronica

Fatturazione Elettronica

La soluzione più completa
per gestire la tua contabilità.

E-mail
Dipendenti

E-mail
Dipendenti

Gestisci la posta
con la webmail di Ascom.

PEC
Clienti

PEC
Clienti

La Posta Certificata
per i Clienti Ascom.

Portale Azienda

I nostri servizi tradizionali diventano proposte differenziate
per soddisfare tutte le esigenze degli associati

Azienda

dipendenti

Non hai un account? Scopri di più