fbpx
Cerca
Close this search box.

Bando CCIAA di Bologna – Contributi a sostegno delle attività economiche per il miglioramento del decoro urbano – Anno 2024

La Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura (CCIAA) di Bologna assegna contributi alle imprese dei settori commercio, artigianato e servizi che sostengono costi per la riqualificazione, valorizzazione e pulizia delle serrande, delle saracinesche e delle facciate esterne della sede e/o unità locale ubicate nell’area metropolitana di Bologna, per favorire il decoro urbano e, indirettamente, accrescere l’attrattività turistica e commerciale del territorio metropolitano.

Le risorse finanziarie disponibili per l’iniziativa ammontano complessivamente a 200.000,00 euro.

Le imprese interessate alla misura agevolativa devono possedere i seguenti requisiti:

  • essere iscritte al Registro Imprese;
  • essere attive;
  • essere in regola nel pagamento del diritto annuale dovuto alla CCIAA di Bologna, alla data di presentazione della domanda di contributo;
  • non essere sottoposte a procedure concorsuali o liquidazione giudiziale, o trovarsi in stato di difficoltà (ai sensi dell’art. 2 del Regolamento (UE) 651/2014, come modificato in seguito al Regolamento UE n. 2021/1237 della Commissione del 23 luglio 2021);
  • essere in regola in merito alla posizione contributiva INPS ed INAIL (DURC);
  • non essere fornitori di beni e servizi a favore della Camera di Commercio di Bologna;
  • avere legali rappresentanti, amministratori (con o senza poteri di rappresentanza) e soci per i quali non sussistano cause di divieto, di decadenza, di sospensione previste dall’art. 67 del D.lgs. 6 settembre 2011, n.159 (Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione, nonché nuove disposizioni in materia di documentazione antimafia). I soggetti sottoposti alla verifica antimafia sono quelli indicati nell’art. 85 del D.lgs. 6 settembre 2011, n.159;
  • essere in regola con le normative sulla salute e sicurezza sul lavoro di cui al D.Lgs.9 aprile 2008, n.81 e s.m.i.

I contributi sono assegnati a fondo perduto nella misura del 50% delle spese ammissibili, Iva esclusa. L’importo minimo del contributo concedibile è pari a 1.000,00 euro, l’importo massimo è pari a 8.000,00 euro, in regime de minimis.

L’agevolazione sarà destinata prioritariamente alle domande ammissibili delle imprese femminili, delle imprese giovanili e di quelle in possesso del rating di legalità, in base all’ordine cronologico dell’invio delle domande da parte di queste tre categorie di imprese, determinato da data e ora di ricevimento della richiesta del contributo, e fino a totale esaurimento della dotazione finanziaria. In presenza di disponibilità residue, si procederà all’assegnazione del contributo alle altre imprese ammissibili, in base all’ordine cronologico di invio delle domande da parte di queste ultime, e fino a totale esaurimento della dotazione finanziaria.

Gli interventi, per il miglioramento del decoro urbano esterno delle attività e per l’abbellimento della pubblica via, sono:

  • nuovo acquisto o sostituzione serrande e saracinesche dell’attività sull’esterno;
  • nuovo acquisto o sostituzione di insegne e targhe di esercizio;
  • nuovo acquisto o sostituzione di tende parasole di copertura delle vetrine;
  • prima realizzazione o rifacimento dell’impianto di illuminazione esterna delle vetrine dell’esercizio e/o spazio antistante;
  • servizi per la rimozione di graffiti da serrande, saracinesche o mura esterne;
  • tinteggiatura di serrande, saracinesche o mura esterne.

Nell’ambito degli interventi precedente elencati, sono altresì ammesse a contributo le seguenti spese:

  • spese di progettazione tecnica, direzione lavori e le prestazioni professionali richieste dal tipo di intervento;
  • spese di lavori di edilizia per la manutenzione e la pulizia dei muri;
  • spese per l’acquisto dei materiali per la pulizia dai graffiti;
  • spese per il trasporto e lo smaltimento dei rifiuti relativi agli interventi di cui sopra.

Tutte le spese devono essere integralmente fatturate e pagate tra il 1° gennaio 2024 e il 28/02/2025 (non sono ammesse autofatture), ed essere conformi ai regolamenti vigenti del Comune in cui vengono realizzati gli interventi (es: Regolamento Edilizio, Regolamenti sulla pubblicità ecc.).

Le domande di contributo dovranno essere inviate esclusivamente dalle ore 10.00 del 20 febbraio 2024, fino alle ore 13 del 20 marzo 2024, in modalità telematica, tramite la piattaforma Telemaco di Infocamere.

Per informazioni e chiarimenti contattare Confcommercio Ascom Bologna
Ufficio Credito: Tel. 051.6487602 – email credito@ascom.bo.it
oppure Ufficio Federazioni: Tel. 051.6487558-517-524-569 – email: federazioni@ascom.bo.it

Articoli correlati

Fatturazione Elettronica

Fatturazione Elettronica

La soluzione più completa per gestire la tua contabilità.

E-mail Dipendenti

E-mail Dipendenti

Gestisci la posta con la webmail di Ascom.

PEC Clienti

PEC Clienti

La Posta Certificata per i Clienti Ascom.