fbpx
Cerca
Close this search box.

Fondo per il sostegno delle eccellenze della gastronomia e dell’agroalimentare

(MASAF DD n. 35987/2024 e n. 35986/2024) – Settori della ristorazione e della pasticceria

La misura è finalizzata a promuovere e sostenere l’eccellenza nei settori della ristorazione e della pasticceria e a valorizzare il patrimonio agroalimentare ed enogastronomico, con una dotazione complessiva di 76 milioni di euro modulata su due diverse linee di intervento:

  • Decreto 35987/2024: stanziamento 56 milioni di euro, rivolto all’acquisto di macchinari professionali e di beni strumentali all’attività dell’impresa, nuovi di fabbrica, organici e funzionali, acquistati alle normali condizioni di mercato da terzi che non hanno relazioni con l’impresa. I beni strumentali acquistati dovranno essere mantenuti nello stato patrimoniale dell’impresa per almeno tre anni dalla data di concessione del contributo. L’agevolazione in regime de minimis non potrà superare il 70% delle spese ritenute ammissibili. Il contributo massimo ottenibile è di 30.000,00 euro per singola impresa;
  • Decreto 35987/2024: stanziamento 20 milioni di euro, destinato alla concessione di un contributo per l’assunzione di giovani con contratto di apprendistato tra le imprese stesse e giovani diplomati nei servizi dell’enogastronomia e dell’ospitalità alberghiera.  L’agevolazione in regime de minimis non potrà superare il 70% delle spese ritenute ammissibili. Il contributo massimo ottenibile è di 30.000,00 euro per singola impresa.

Non sono considerate ammissibili le spese sostenute prima della presentazione della domanda di contributo.

Possono accedere alle misure agevolative le imprese in possesso dei seguenti requisiti:

a) codice ATECO 56.10.11 “Ristorazione con somministrazione”: regolarmente costituite ed iscritte come attive nel Registro delle imprese da almeno 10 anni alla data di pubblicazione del D.M. del 4 luglio 2022 o, alternativamente, abbiano acquistato – nei dodici mesi precedenti la data di pubblicazione del D.M. del 4 luglio 2022– prodotti certificati DOP, IGP, SQNPI, SQNZ e prodotti biologici per almeno il 25% del totale dei prodotti alimentari acquistati nello stesso periodo;

b) codice ATECO 56.10.30 “Gelaterie e pasticcerie” e dal codice ATECO 10.71.20 “Produzione di pasticceria fresca”: regolarmente costituite ed iscritte come attive nel Registro delle imprese da almeno 10 anni alla data di pubblicazione del D.M. del 4 luglio 2022 o, alternativamente, abbiano acquistato – nei dodici mesi precedenti la data di pubblicazione del D.M. del 4 luglio 2022– prodotti certificati DOP, IGP, SQNPI e prodotti biologici per almeno il 5% del totale dei prodotti alimentari acquistati nello stesso periodo;

c) che siano nel pieno e libero esercizio dei propri diritti, non si trovino in stato di liquidazione volontaria o giudiziale né soggetti ad una procedura di concordato preventivo o altra procedura concorsuale con finalità liquidatorie dell’attività anche ai sensi del Codice della Crisi d’Impresa e dell’Insolvenza Decreto legislativo del 12 gennaio 2019, n. 14 e s.m.i.;

d) non siano in situazione di difficoltà, così come definita dal regolamento di esenzione;

e) siano iscritte presso INPS o INAIL e abbiano una posizione contributiva regolare, così come risultante dal documento unico di regolarità contributiva (DURC);

f) siano in regola con gli adempimenti fiscali;

g) abbiano restituito le somme eventualmente dovute a seguito di provvedimenti di revoca di agevolazioni concesse dal Ministero;

h) non abbiano ricevuto e successivamente non rimborsato o depositato in un conto bloccato aiuti individuati quali illegali o incompatibili dalla Commissione Europea ai sensi del D.P.C.M. 23 maggio 2007 (“Impegno Deggendorf”).

Le domande di contributo dovranno essere presentate tramite la piattaforma di Invitalia a partire dalle ore 10.00 del 01/03/2024 e fino alle ore 10.00 del 30/04/2024. Per accedere alla piattaforma è necessario essere in possesso delle credenziali Spid, della Carta Nazionale dei Servizi (CNS), della carta identità elettronica e di un indirizzo di posta certificata (PEC).

Le agevolazioni saranno concesse nei limiti delle risorse finanziarie disponibili, con procedura valutativa a sportello (ordine cronologico).

Per informazioni e chiarimenti contattare Confcommercio Ascom Bologna – Ufficio Credito: credito@ascom.bo.it – tel. 051.6487602

Articoli correlati

Fatturazione Elettronica

Fatturazione Elettronica

La soluzione più completa per gestire la tua contabilità.

E-mail Dipendenti

E-mail Dipendenti

Gestisci la posta con la webmail di Ascom.

PEC Clienti

PEC Clienti

La Posta Certificata per i Clienti Ascom.