fbpx

Bando GAL – Aiuto all’avviamento e investimenti in neoimprese extra-agricole in zone rurali

Azione 11 C – terza pubblicazione

Il Gruppo di Azione Locale (GAL) dell’Appennino Bolognese ha aperto il bando per la concessione di contributi a fondo perduto per favorire sia le persone fisiche interessate a dare vita a micro o piccole imprese sia le imprese individuali, società (di persone, di capitale, cooperative), soggetti che esercitano la libera professione (purché in forma individuale) e le associazioni, non partecipate da soggetti pubblici, con caratteristiche di micro e piccole imprese esistenti da non più di un anno.

Per accedere al bando occorre presentare un progetto di sviluppo aziendale che illustri le spese proposte e l’insediamento dell’attività nel territorio appenninico del Gal Appennino Bolognese:

  • Zona D “Aree Rurali con problemi di sviluppo”: Alto Reno Terme, Borgo Tossignano, Camugnano, Casalfiumanese, Castel D’Aiano, Castel del Rio, Castel di Casio, Castiglione dei Pepoli, Fontanelice, Gaggio Montano, Grizzana Morandi, Lizzano in Belvedere, Loiano, Marzabotto, Monghidoro, Monterenzio, Monzuno, San Benedetto Val di Sambro, Valsamoggia Loc. Savigno, Vergato;
  • Zona C “Aree rurali intermedie”: comuni zonizzati (non è compreso l’intero territorio comunale, solo certi mappali): Casalecchio di Reno, Castel San Pietro Terme, Dozza, Monte San Pietro, Ozzano dell’Emilia, Pianoro, San Lazzaro di Savena, Sasso Marconi, Valsamoggia Loc. Bazzano – Crespellano – Castello di Serravalle – Monteveglio, Zola Predosa.

Le risorse stanziate ammontano a 198.414,41 euro, saranno distribuite ai beneficiari in forma di contributo in conto capitale, in regime de’ minimis, pari al 60% della spesa ritenuta ammissibile.

Gli investimenti ammissibili dovranno essere sostenuti in data successiva alla protocollazione della domanda di contributo e riguardare le seguenti finalità:

  • costruzione/ristrutturazione immobili destinati all’attività aziendale;
  • arredi funzionali all’attività;
  • macchinari, impianti, attrezzature funzionali al processo innovativo aziendale;
  • impianti,  attrezzature  per   la  lavorazione/trasformazione/conservazione dei prodotti e/o  servizi offerti o somministrati;
  • investimenti funzionali alla vendita;
  • veicoli purché strettamente funzionali e dedicati alle attività extra agricola oggetto del finanziamento;
  • allestimenti e dotazioni  specifiche  per veicoli aziendali strettamente necessari per svolgere l’attività extra agricola oggetto del finanziamento;
  • spese  generali  quali  onorari di  professionisti/consulenti, spese notarili e studi di fattibilità, entro il limite massimo del 10% delle stesse; nel caso particolare degli studi di fattibilità, la relativa spesa è riconosciuta a fronte della presentazione di specifici elaborati frutto dell’effettuazione di analisi di  mercato,  economiche e similari, finalizzate a dimostrare la sostenibilità economico finanziaria del progetto;
  • investimenti immateriali quali: acquisizione/sviluppo programmi informatici, acquisizione di licenze per uso di brevetti o software informatici, promozione e comunicazione funzionali all’attività intrapresa;
  • il richiedente  persona-fisica  può  sostenere le spese relative a: consulenze, progettazione, spese notarili o altre spese connesse alla progettazione dell’intervento proposto e alla presentazione della domanda nei 24 mesi antecedenti la presentazione della domanda di sostegno e fino alla costituzione della società.

La spesa ammissibile va da un minimo di 15.000,00 euro ad un massimo di 40.000,00 euro Iva esclusa.

Le domande devono essere presentate attraverso il Sistema Informativo Agrea entro le ore 12,00 del 31 gennaio 2023. Ai fini della graduatoria a ciascuna domanda pervenuta sarà attribuito un punteggio in base al progetto presentato (parametri soggettivi/aziendali minimo 20 punti).

Per informazioni e chiarimenti contattare l’Ufficio Credito di Confcommercio Ascom Bologna
credito@ascom.bo.it – tel. 051.6487602

(le richieste di assistenza per la predisposizione della pratica che perverranno dopo il 20 dicembre 2022 non potranno essere prese in carico per ragioni procedurali). 

Articoli correlati

Fatturazione Elettronica

Fatturazione Elettronica

La soluzione più completa per gestire la tua contabilità.

E-mail Dipendenti

E-mail Dipendenti

Gestisci la posta con la webmail di Ascom.

PEC Clienti

PEC Clienti

La Posta Certificata per i Clienti Ascom.