fbpx

FIGISC Emilia-Romagna: “Gli aumenti dei prezzi del carburante penalizzano fortemente, oltre all’utenza, anche i gestori degli impianti”

La Federazione Italiana Gestori Impianti Stradali Carburanti dell’Emilia-Romagna (FIGISC- Confcommercio Emilia-Romagna) esprime grande preoccupazione per il rialzo ingiustificato dei prezzi del carburante, aumenti che paiono assolutamente sproporzionati rispetto all’aumento del costo del greggio.

Il prezzo di vendita alla pompa, in modalità self – service, tuttora supera abbondantemente i 2 euro al litro, sia per benzina che gasolio, nonostante in questi ultimi giorni ci sia stata una parziale diminuzione dei prezzi. Gli aumenti penalizzano insieme all’utenza anche i gestori degli impianti di carburante.

Il guadagno del gestore per litro di carburante rimane sempre lo stesso, nonostante gli aumenti.
Questo eccezionale ed ingiustificato aumento del prezzo sta provocando evidentemente una forte contrazione dei consumi e contestualmente un aumento del costo dei carichi di approvvigionamento del carburante a carico dei gestori degli impianti, che sono conseguentemente in forte difficoltà e chiedono ai proprietari delle stazioni di servizio, Compagnie Petrolifere comprese, il congelamento del pagamento delle forniture fra un carico e l’altro di carburante. Per quanto riguarda il Governo se vuole seriamente mettere mano alla diminuzione del prezzo, deve considerare una diminuzione delle accise e dell’iva che rappresentano oltre il 60% del costo al litro.

Articoli correlati

Fatturazione Elettronica

Fatturazione Elettronica

La soluzione più completa per gestire la tua contabilità.

E-mail Dipendenti

E-mail Dipendenti

Gestisci la posta con la webmail di Ascom.

PEC Clienti

PEC Clienti

La Posta Certificata per i Clienti Ascom.