fbpx

Confronto Comune – associazioni sui dehors salva – incassi

«Serve attenzione per tutti i provvedimenti che si andranno a prendere nei confronti di questi settori – argomenta il direttore di Ascom Bologna, Giancarlo Tonelli -, oggi nuovamente in difficoltà”

Non c’è il buio oltre i dehors, se vogliamo parafrasare il titolo del celebre romando di Harper Lee. Nel senso che il confronto tra le associazioni di categoria è più che in piedi, sia sui dehors straordinari, sia in generale sulla gestione e la navigazione dei pubblici esercizi dentro questa quarta ondata della pandemia, imprevista quando l’amministrazione a fine 2021 scelse di anticipare lo stop ai dehors supplementari al 28 febbraio. Ieri al summit «positivo» tra le parti a Palazzo d’Accursio non è arrivata nessuna nuova decisione, Ascom, Confesercenti e Cna si sono aggiornati con l’assessora Luisa Guidone alla prossima settimana, ma sicuramente si è ripartiti su basi nuove. Qualche ragionamento, secondo quanto filtra, è cominciato sulla gestione estiva degli spazi cittadini, le attività puntano a recuperare parte dello sprofondo degli incassi (gennaio, febbraio e marzo 2022 sono pronosticati al peggio) con la bella stagione. Si rifletterà sulla sostanza, l’amministrazione starebbe mettendo in campo un discorso più complessivo sull’occupazione degli spazi con la cultura e con altri progetti d’area, il tutto ovviamente favorirebbe l’impiego di più dehors all’aperto.

ll confronto, informa il Comune, proseguirà anche nelle prossime settimane, e ha come elementi condivisi «la consapevolezza della delicatezza del momento che stiamo vivendo legato alla pandemia». Per questo l’amministrazione conferma la «disponibilità a discutere di forme di sostegno a chi soffre maggiormente gli effetti» della prolungata emergenza. «Nell’incontro è emersa una sensibilità comune anche sul tema di un utilizzo condiviso dello spazio pubblico e il tavolo si è concentrato su cosa potrà essere proposto alla città in vista dei mesi estivi», fa sapere Palazzo D’Accursio. «È stato un incontro interessante, siamo abbastanza soddisfatti. Le misure che si decideranno non sono state oggetto dell’incontro, sono state rilanciate le richieste dalle associazioni», spiega Isabella Angiuli, referente Cna Agroalimentare Bologna.

«Serve attenzione per tutti i provvedimenti che si andranno a prendere nei confronti di questi settori – argomenta il direttore di Ascom Bologna, Giancarlo Tonelli -, oggi nuovamente in difficoltà. Non si è parlato di date, ma ci vedremo di nuovo per arrivare a una soluzione per l’estate. Ovviamente nessuno mette in discussione il tema dei dehors già autorizzati, il punto è come valorizzare i dehors ‘Covid’ cercando di tenere nella giusta considerazione le esigenze dei residenti e della mobilità». Massimo Zucchini, presidente provinciale di Confesercenti. «Bene che l’amministrazione ascolti la situazione di estrema difficoltà del settore, che mandi segnali di aiuto e disponibilità. Dobbiamo esser uniti per affrontare al meglio la ripartenza, che spero arrivi presto».

Paolo Rosato, Il Resto del Carlino -14 gennaio 2022
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Articoli correlati

Fatturazione
Elettronica

Fatturazione Elettronica

La soluzione più completa
per gestire la tua contabilità.

E-mail
Dipendenti

E-mail
Dipendenti

Gestisci la posta
con la webmail di Ascom.

PEC
Clienti

PEC
Clienti

La Posta Certificata
per i Clienti Ascom.

Portale Azienda

I nostri servizi tradizionali diventano proposte differenziate
per soddisfare tutte le esigenze degli associati

Azienda

dipendenti

Non hai un account? Scopri di più