fbpx

Festa a Palazzo Re Enzo per le luminarie di Dalla

Raccolti 122mila euro all’asta benefica

«Chissà, chissà, domani… su che cosa metteremo le mani». In migliaia, tra bolognesi e turisti, hanno canticchiato lo stesso motivo lungo via d’Azeglio, con lo sguardo rivolto all’insù: le luminarie dedicate a Lucio Dalla e alla sua Futura hanno rapito l’attenzione, e il cuore, di chiunque ci si trovasse di fronte. Queste stesse parole rivestono ora un significato ancora più importante: con l’obiettivo di sostenere il nuovo progetto della Fondazione Sant’Orsola, le strofe luminose dedicate al cantautore bolognese – realizzate dall’artigiano Antonio Spiezia su un’idea di Tiziano Corbelli con la collaborazione del Maestro Pablo Echaurren – sono state battute all’asta, ieri sera, nell’evento di beneficenza a palazzo Re Enzo.
Con una mano tesa alla solidarietà, il Consorzio degli Esercenti di via D’Azeglio Pedonale, il Comune e la Fondazione Lucio Dalla, presieduta da Andrea Faccani, hanno accolto numerosi ospiti (tra cui il sindaco Matteo Lepore, il professor Antonio Monti, il direttore generale di Confcommercio Ascom Giancarlo Tonelli e il presidente di Bologna Welcome, Giovanni Trombetti) e un centinaio di partecipanti pronti ad aggiudicarsi le luminarie, per dare così un concreto contributo ai pazienti oncologici. Con il ricavato raccolto – 122mila euro – l’obiettivo sarà ora quello di donare loro non solo un reparto completamente ristrutturato, ma anche realizzare diversi spazi per le relazioni tra pazienti, famiglie e personale sanitario. Inoltre, le sapienti mani degli chef dell’Associazione Tour-tlen si sono messi all’opera, preparando per i presenti una cena tra le mura di una location suggestiva, quale il Salone del Podestà: per l’occasione, anche il versamento della quota di partecipazione è stato devoluto in beneficenza.
Il lotto rappresentante la scritta «Ciao Lucio» è stato quello venduto al prezzo più alto: un collezionista privato ha versato 16mila euro. «Il nostro appello è stato, anche quest’anno, ascoltato con entusiasmo. L’amore per Lucio e per la città rendono possibili eventi del genere: per noi rendere accogliente via d’Azeglio è molto importante, ma farlo con lo scopo di raccogliere fondi da donare al Sant’Orsola è come un abbraccio nel profondo dell’anima» ha sottolineato Simone Dionisi, presidente del Consorzio degli Esercenti di Via D’Azeglio Pedonale. A ringraziare i presenti all’evento, che ha visto anche il sostegno di Lavoropiù, anche il sindaco Lepore: «Alzando la mano e facendo un’offerta si dà speranza a una città: sappiamo come, in questi due anni, gli ospedali siano stati fondamentali. Questo è un progetto che è entrato da tre anni nell’animo dei bolognesi».

Giorgia De Cupertinis, Il Resto del Carlino – 27 ottobre 2021

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Articoli correlati

Fatturazione
Elettronica

Fatturazione Elettronica

La soluzione più completa
per gestire la tua contabilità.

E-mail
Dipendenti

E-mail
Dipendenti

Gestisci la posta
con la webmail di Ascom.

PEC
Clienti

PEC
Clienti

La Posta Certificata
per i Clienti Ascom.

Portale Azienda

I nostri servizi tradizionali diventano proposte differenziate
per soddisfare tutte le esigenze degli associati

Azienda

dipendenti

Non hai un account? Scopri di più