fbpx

Il cuore di Bologna per il reparto di Oncologia

La Fondazione Sant’Orsola lancia ‘Lo spazio che cura’, raccolta fondi per trasformare le zone di degenza. Obiettivo: 500mila euro

Un filo rosso in grado di donare nuova vita al reparto di Oncologia del policlinico. La Fondazione Sant’Orsola lancia ‘Lo spazio che cura’, raccolta fondi straordinaria che coinvolge tutta la città, dal Bologna Fc all’Ascom, per trasformare radicalmente la degenza dell’Oncologia medica che, ogni anno, accoglie in media 900 pazienti.

L’obiettivo è arrivare a 500mila euro per regalare al quinto piano del padiglione 2 nuovi pavimenti, nuovi controsoffitti, nuovi colori alle pareti, una nuova illuminazione e un allestimento che trasforma il corridoio centrale in un portico, per saldare anche così ospedale e città e fare entrare la bellezza di Bologna nel reparto.In questo luogo pieno di luce ogni paziente potrà contare su stanze con letti elettrici di ultima generazione, tende fonoassorbenti per una maggior privacy, bagni in camera rinnovati, balconi trasformati in giardini d’inverno e, non da ultimo, sulla musica, grazie a un sistema di filodiffusione.

L’investimento vuole migliorare anche le relazioni tra paziente, familiare e personale sanitario e il supporto psicologico, intervenendo sull’ingresso aperto – con un grande bancone per l’accoglienza –, una sala-incontri e una stanza dedicata ai colloqui con medici e psicologi. La sfida è ambiziosa, ma il cuore della città ha già dimostrato di essere grande e di poter superare anche le difficoltà più dure.

Grazie alla scelta del Consorzio dei commercianti di via D’Azeglio di destinare tutti gli introiti dell’asta delle luminarie di Lucio Dalla al progetto della Fondazione, ad esempio, è stato possibile progettare e realizzare la ristrutturazione del Day hospital – dove ogni anno 1.800 pazienti ricevono le terapie oncologiche – tra l’autunno 2019 e il febbraio 2020. Sono state tra l’altro acquistate 12 poltrone di ultima generazione e arredi nuovi per le terapie, cambiati controsoffitti e illuminazione, riverniciate tutte le pareti, trasformati i balconi vuoti in piccoli giardini, realizzata una nuova sala d’attesa per i famigliari e i pazienti e ricavato un soggiorno con libreria, tv e angolo tablet per chi durante le terapie può uscire dalla stanza e i propri familiari.

Per partecipare alla campagna e ridare nuova luce all’Oncologia del policlinico si può donare: con carta di credito dalla pagina dedicata al progetto sul sito della Fondazione (www.fondazionesantorsola.it); con bonifico sul conto corrente intestato a Fondazione Policlinico Sant’Orsola Onlus – Iban IT72I0847236760000000101617 – causale: Lo spazio che cura; con bollettino postale conto 1047864747 intestato a Fondazione Policlinico Sant’Orsola Onlus – causale: Lo spazio che cura; alla della Fondazione (via Albertoni 15, all’interno del chiostro sul lato senza portico, dal lunedì al venerdì 8.30-17.00).Ulteriori informazioni sono disponibili scrivendo una email a info@fondazionesantorsola.it, con la possibilità di costruire progetti di raccolta fondi su misura per aziende, imprenditori o chiunque voglia contribuire a ravvivare quel filo rosso unico che solo Bologna sa creare.

di Francesco Moroni, il Resto del Carlino, 29 settembre 2021

Articoli correlati

Fatturazione
Elettronica

Fatturazione Elettronica

La soluzione più completa
per gestire la tua contabilità.

E-mail
Dipendenti

E-mail
Dipendenti

Gestisci la posta
con la webmail di Ascom.

PEC
Clienti

PEC
Clienti

La Posta Certificata
per i Clienti Ascom.

Portale Azienda

I nostri servizi tradizionali diventano proposte differenziate
per soddisfare tutte le esigenze degli associati

Azienda

dipendenti

Non hai un account? Scopri di più