fbpx

Tutti pazzi per i colli

L’appello delle associazioni. «Grande soddisfazione per il circuito di locali ed eventi. Continuiamo a valorizzarli». Vincenzo Vottero: «Un altro pianeta rispetto al centro. Ma occorre risolvere il nodo della carenza di personale»

È colli mania. «I colli? Un altro pianeta rispetto alla città». C’è il gazebo in ferro battuto bianco che sembra appena uscito da un dipinto, ma non siamo in Inghilterra, bensì a Collywood. C’è la vista mozzafiato – condita da spettacoli teatrali – di Villa Aldini, o i prodotti locali dello Spaccio Belfiore, o ancora le suggestioni di Ca’ Shin e Collina delle Meraviglie. Il nuovo, o bisognerebbe dire ritrovare, fenomeno dell’estate in città sono loro: i colli. Difficile trovare un tavolino libero anche nel weekend, quando è già scattato l’esodo verso spiagge e montagne, ancora più proibitivo in mezzo alla settimana. Le associazioni di categoria lo gridano in coro: «Luglio è stato un mese ottimo per il settore della ristorazione e dei locali, con un ritorno importante e una spinta anche da parte dei turisti».

«I nostri colli funzionano e funzionano bene. Tutti i dati in nostro possesso mostrano come le iniziative siano partite molto bene – fa il punto Giancarlo Tonelli, direttore di Confcommercio Ascom -. E parliamo sia delle nuove proposte, sia delle attività tradizionali. Si è creato un bel circuito. Così come funziona bene il sistema ParColli, il progetto creato per mettere in rete la cinta urbana e i territori dell’entroterra: un movimento ulteriore che ci conforta, soprattutto nel weekend». Ad agosto ci si aspetta, inevitabilmente, una flessione. Ma le associazioni non sono preoccupate, consce dei duri mesi di pandemia alle spalle e del calo fisiologico delle presenze in città. O quasi, perché da Ascom aggiungono: «I turisti stanno tornando e si vedono».

Dello stesso avviso anche Confesercenti, attraverso le parole del presidente Massimo Zucchini, che puntualizza: «C’è grande soddisfazione e la zona dei colli è sicuramente un ottimo volano nei mesi estivi. È chiaro che può esserci qualche lamentela da parte dei cittadini, abituati al silenzio e alla tranquillità: basti pensare alle macchine o al mormorio che si può venire a creare, o alla problematica dei parcheggi, non da poco. Ma il sistema funziona ed è sotto gli occhi di tutti». Sistema, probabilmente la parola nella testa di chi ha spinto per dare vita a un network capace di attirare tutti i bolognesi, e non, che si ritrovano a passare agosto in città.

Lo conferma anche lo chef Vincenzo Vottero, presidente dei ristoratori Ascom: «I colli sono una realtà a sé, con locali supergettonati e ambitissimi. Al massimo c’è il problema inverso, quello del personale: molti offrono solo contratti stagionali e, senza la prospettiva di un rapporto a tempo indeterminato, le persone finiscono per declinare la proposta. lo non ho questo problema, ma sono convinto che bisogni valorizzare al massimo i nostri colli».

Francesco Moroni, Il Resto del Carlino – 4 agosto 2021
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Articoli correlati

Fatturazione
Elettronica

Fatturazione Elettronica

La soluzione più completa
per gestire la tua contabilità.

E-mail
Dipendenti

E-mail
Dipendenti

Gestisci la posta
con la webmail di Ascom.

PEC
Clienti

PEC
Clienti

La Posta Certificata
per i Clienti Ascom.

Portale Azienda

I nostri servizi tradizionali diventano proposte differenziate
per soddisfare tutte le esigenze degli associati

Azienda

dipendenti

Non hai un account? Scopri di più