fbpx

Bando Regione ER per la transizione digitale delle imprese artigiane (Bando scaduto)

Bando scaduto

La Regione Emilia Romagna ha stanziato 5,5 milioni di euro per la digitalizzazione delle imprese artigiane che investono in progetti innovativi finalizzati ad introdurre le più moderne tecnologie digitali necessarie ad accrescere l’efficienza dei processi produttivi e aziendali interni, anche con minori impatti ambientali, e rafforzare il loro posizionamento all’interno della filiera di appartenenza.

Le imprese che intendono presentare domanda di contributo devono essere iscritte alla Camera di Commercio del territorio e all’albo regionale delle imprese artigiane, in regolarità contributiva, appartenenti al settore manifatturiero (Sezione C del Codice Ateco 2007) e le imprese artigiane che, pur non appartenendo al settore manifatturiero, svolgono la propria attività all’interno di una determinata catena del valore a cui appartengono una o più imprese manifatturiere.

I progetti presentati dovranno rispettare le seguenti finalità:

  • digitalizzazione dei processi produttivi e organizzativi interni all’impresa proponente il progetto;
  • digitalizzazione dei processi relativi ai rapporti di fornitura di beni e/o servizi tra imprese operanti nella medesima catena del valore.

In particolare gli investimenti ammissibili devono riguardare uno dei seguenti aspetti:

  • introduzione/implementazione di almeno una delle 9 tecnologie abilitanti previste dal piano nazionale impresa 4.0 (Internet delle cose, Big data analytics, Integrazione orizzontale e verticale dei sistemi, Simulazioni virtuali, Robotica, Cloud computing, Realtà aumentata, Stampanti 3d, Cybersecurity);
  • adattamento e connettività degli impianti, attrezzature e sistemi esistenti ad almeno una delle tecnologie abilitanti previste dal piano nazionale impresa 4.0;
  • adozione di altre soluzioni tecnologiche digitali finalizzate all’ottimizzazione delle funzioni delle piattaforme e delle applicazioni digitali per la gestione dei rapporti tra i componenti, relative alla progettazione, esecuzione, logistica e manutenzione.

Gli interventi previsti dal contributo regionale devono essere effettuati dopo il 1° gennaio 2021 ed essere conclusi entro il 31 dicembre 2021, dimensione minima del progetto 30 mila euro Iva esclusa.

Spese ammissibili:

  1. acquisto di beni strumentali, di software e relative licenze d’uso direttamente funzionali alla realizzazione dei progetti di trasformazione tecnologica e digitale.
  2. acquisizioni di consulenze:
    • per la definizione delle strategie di innovazione organizzativa, di processo e di direzione;
    • finalizzate all’introduzione delle tecnologie abilitanti 4.0 o all’adattamento e alla connettività degli impianti, attrezzature e sistemi esistenti alle tecnologie abilitanti previste dal piano nazionale impresa 4.0;
  3. i costi del personale dedicato all’acquisizione delle competenze necessarie per gestire il percorso di innovazione introdotto con il progetto. Tali costi sono riconosciuti nella misura massima del 10% della somma delle voci precedenti e dovranno essere individuati applicando una tariffa oraria calcolata dividendo i costi annui lordi per 1.720 ore.

Non sono ammissibili progetti che prevedano esclusivamente spese di cui alla lettera a).

Sulla spesa ritenuta ammissibile verrà concesso un contributo a fondo perduto nella misura del 40% elevabile di un ulteriore 5% qualora il progetto presenti ricadute occupazionali, qualora l’impresa sia femminile o giovanile, o in possesso del rating di legalità o ubicata in aree montane (L.R.2/2004-Delibera Regionale 1734/2004 e 1813/2009 o aree 107.3.C). Contributo massimo concedibile 40 mila euro.

Le modalità di pagamento delle spese oggetto del bando devono essere regolate come segue: bonifico bancario singolo Sepa-anche tramite home banking, ricevuta bancaria singola (Ri.Ba), SDD, Sistema Pago PA, carta di credito/debito aziendale.

Domande di contributo:

Le domande di contributo dovranno essere presentate dalle ore 10,00 del 13 aprile 2021 alle ore 13,00 del 20 aprile 2021, attraverso la piattaforma Sfinge 2020. La Regione procederà alla chiusura della finestra al raggiungimento di 250 domande presentate. Ai fini dell’ammissione al contributo i progetti presentati dovranno raggiungere una valutazione di merito con punteggio minimo di 50 punti su 100.

Per informazioni e chiarimenti contattare l’Ufficio Credito
email: credito@ascom.bo.it – tel. 051/6487602

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Articoli correlati

Fatturazione
Elettronica

Fatturazione Elettronica

La soluzione più completa
per gestire la tua contabilità.

E-mail
Dipendenti

E-mail
Dipendenti

Gestisci la posta
con la webmail di Ascom.

PEC
Clienti

PEC
Clienti

La Posta Certificata
per i Clienti Ascom.

Portale Azienda

I nostri servizi tradizionali diventano proposte differenziate
per soddisfare tutte le esigenze degli associati

Azienda

dipendenti

Non hai un account? Scopri di più