fbpx

Proroga contributo a fondo perduto “filiera ristorazione”

Con il Provvedimento 9338547 del 25/11/2020 il Ministero per le Politiche Agricole Alimentari e Forestali (MIPAAF) ha disposto la proroga della scadenza per la presentazione della domanda di Contributo a Fondo perduto Filiera Ristorazione al 15 Dicembre 2020.

Il DL Ristori quater inoltre identifica un nuovo codice attività prevalente ammesso alla presentazione della domanda. Coloro che possono quindi presentare la domanda sono gli imprenditori esercitanti le seguenti attività (Il codice attività deve essere quello prevalente dichiarato alla CCIAA):

  • 56.10.11-Ristorazione con somministrazione 
  • 56-10-12-Attività di ristorazione connesse alle aziende agricole (sono inclusi dal nuovo DL e qui limitatamente in questo codice anche gli Ittiturismi)
  • 56.21.00-Fornitura di pasti preparati
  • 56.29.10-Mense 
  • 56.29.20-Catering continuativo su base contrattuale 
  • 55.10.00 Somministrazione di cibo

PRESENTAZIONE DOMANDA:

Le modalità di presentazione sono due:

  1. Utilizzando la piattaforma web PORTALE RISTORAZIONE all’indirizzo:  https://www.portaleristorazione.it/
  2. Presentando la domanda presso un Ufficio Postale

Per poter accedere al portale utilizzando la procedura telematica è necessario essere in possesso delle credenziali di accesso SPID

BENEFICIARI

Possono accedere al contributo le imprese attive nel settore della ristorazione aventi i seguenti codici attività prevalente:

  • 56.10.11 (ristorazione con somministrazione),
  • 59.29.10 (mense)
  • 56.29.20 (catering continuativo su base contrattuale).
  • 56.10.12 (attività di ristorazione connesse alle aziende agricole)
  • 56.21.00 (catering per eventi)
  • 55.10 (alberghi) limitatamente alla somministrazione di cibo)

Il contributo è concesso alle imprese che hanno avviato l’attività a decorrere dal 1° gennaio 2019 o a quelle già attive prima di tale data qualora il fatturato medio dei mesi da marzo a giugno 2020 sia inferiore ai tre quarti del fatturato medio dei mesi da marzo a giugno 2019. 

ENTITA’ DEL CONTRIBUTO

Il contributo è concesso per l’acquisto di prodotti agroalimentari effettuato dopo il 14 agosto 2020 e dimostrato attraverso apposita documentazione fiscale. Il contributo per ciascun beneficiario potrà variare da un minimo di 1.000 euro fino a un massimo di 10.000 euro, al netto dell’IVA. 

Il contributo, in ogni caso, non può mai essere superiore all’ammontare complessivo degli acquisti.

REQUISITI RELATIVI ALL’ACQUISTO PRODOTTI AGROALIMENTARI

Il Fondo Ristorazione è un contributo riconosciuto per l’acquisto effettuato dopo il 14 Agosto 2020 di prodotti di filiere agricole e alimentari. In particolare, prodotti DOP e IGP, prodotti che valorizzano la materia prima del territorio, cioè quelli da vendita diretta, e prodotti ottenuti da filiera nazionale integrale dalla materia prima al prodotto finito. I prodotti includono quelli vitivinicoli e quelli della pesca e dell’acquacoltura. Sono inoltre considerati prioritari gli acquisti di prodotti ad alto rischio di sprechi (vedi tabella allegata in download).

Il Soggetto beneficiario è tenuto ad acquistare almeno 3 differenti tipologie di prodotti agroalimentari e il prodotto principale non può superare il 50% della spesa totale.

RICHIESTA DEL CONTRIBUTO

Alla domanda è inoltre acclusa un’autodichiarazione concernente:

  • gli aiuti complessivamente percepiti in regime “de minimis” o “de minimis agricolo” nell’ultimo triennio, incluso l’anno della domanda;
  • il calcolo dell’ammontare del fatturato medio dei mesi da marzo a giugno 2020 che deve essere inferiore ai tre quarti dell’ammontare del fatturato medio dei mesi da marzo a giugno 2019 ovvero che il richiedente ha avviato l’attività a decorrere dal 1° gennaio 2019;
  • Visura Camerale in corso di validità;
  • ogni altra richiesta presente nella modulistica predisposta da Poste Italiane.

L’impresa richiedente provvede altresì ad inserire sulla piattaforma della ristorazione, oppure a presentare presso gli sportelli postali i documenti fiscali (fatture e documenti di trasporto) che certificano l’effettivo acquisto e la consegna dei prodotti agroalimentari, anche non quietanzati. L’accettazione della domanda è subordinata alla verifiche di corrispondenza tra Partita IVA e Codice Ateco del richiedente e alla completezza del corredo documentale.

Dovrà essere allegato alla domanda anche copia del versamento dell’importo di adesione all’iniziativa di sostegno, dei 30 € effettuato tramite bollettino bianco sul c/c n. 32025009 intestato a POSTE ITALIANE S.P.A. PORTALE DELLA RISTORAZIONE.

Trovi gli allegati nella sezione Download

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Articoli correlati

Fatturazione
Elettronica

Fatturazione Elettronica

La soluzione più completa
per gestire la tua contabilità.

E-mail
Dipendenti

E-mail
Dipendenti

Gestisci la posta
con la webmail di Ascom.

PEC
Clienti

PEC
Clienti

La Posta Certificata
per i Clienti Ascom.

Portale Azienda

I nostri servizi tradizionali diventano proposte differenziate
per soddisfare tutte le esigenze degli associati

Azienda

dipendenti

Non hai un account? Scopri di più