fbpx

La nuova Ztl: telecamere e la ‘T’ si blinda

Dal primo gennaio parte il divieto per il carico e scarico pomeridiano, transizione fino a fine anno con stop solo ai mezzi inquinanti

Il nullaosta del ministero dei Trasporti per l’installazione delle telecamere nelle nuove piazze pedonali, e i tre mesi di assestamento per il carico e scarico in centro, che sarà vietato solo ai mezzi inquinanti fino alla chiusura totale pomeridiana che partirà il primo gennaio 2021.

Sono due delle novità introdotte dalla giunta questa settimana, con una delibera di giunta che regolamenta e riepiloga orari e permessi della zona a traffico limitato. Gli operativi, dal primo gennaio, avranno queste limitazioni: Ztl ambientale (varchi Sirio) accesso consentito negli orari di funzionamento delle telecamere; Ztl speciali (San Francesco, Pratello, Università) accesso consentito nelle fasce mattutina e pomeridiana; Zona ’T’, accesso consentito solo nella fascia mattutina; Aree pedonali diurne (AzzoGardino, Aldrovandi, San Domenico e Corte Galluzzi): accesso consentito solo nella fascia mattutina e serale.

Nella Zona T, fino al 31 dicembre di quest’anno, di pomeriggio non potrà entrare soltanto chi ha veicoli a benzina sotto l’Euro 2 (fasce 14-16 e 14-17) e veicoli Diesel sotto gli euro 5 (14-17), poi Gpl sotto gli euro 2 e ibridi non elettrici. Dal primo gennaio, nella ‘T’ blocco per tutti di pomeriggio. Per quanto riguarda invece l’addio definitivo ai fittoni mobili, le aree interessate dalla svolta sono piazza Santo Stefano, Corte Galluzzi, via delle Moline e via de’ Falegnami.

Un provvedimento varato e condiviso dall’assessore Claudio Mazzanti, ma che viene da lontano, da un paio d’anni per le precisione, poiché era stato pensato e istruito dall’ex assessore al Traffico di Palazzo d’Accursio, Irene Priolo. Da martedì, con una delibera di giunta, le nuove pedonalità sono finalmente realtà. Quattro situazioni diverse. In via Santo Stefano c’è una piccola modifica d’ordine, in Corte Galluzzi lo stop (si spera) al parcheggio selvaggio, in via de’ Falegnami più spazio per passeggio e dehors e infine in via delle Moline una naturale seguito alla pedonalità d’emergenza già istituita dopo le tenaglie del Covid.

Di seguito, zona per zona, un riepilogo di tutti gli aggiustamenti sul piano della mobilità che stanno partendo in questo periodo.

Piazza Santo Stefano
Con la dismissione dei dissuasori mobili e il posizionamento dei due varchi di telecontrollo in via Santa angolo via Gerusalemme e via Santo Stefano in prossimità del civico 28/a, la piazzetta posta ai margini dell’area telecontrollata, alla congiunzione delle vie S.Stefano e Farini viene esclusa dalla nuova perimetrazione dell’area pedonale e pienamente utilizzata per la sosta operativa (carico e scarico) e per la sosta dei veicoli a due ruote. Il nuovo perimetro permette di garantire le attività di carico e scarico nei pressi dell’area pedonalizzata senza interessare il resto della piazza

Corte Galluzzi
L’area, attualmente accessibile dai veicoli a motore autorizzati solo attraverso il varco controllato di piazza Galvani angolo via Farini, sarà disciplinata come area pedonale in continuità con quella di piazza Galvani (fatto salvo alcune deroghe ed eccezioni in determinati orari per alcune categorie o veicoli specificatamente autorizzati)

Via de’ Falegnami
La dismissione del dissuasore mobile e il posizionamento dei due varchi di telecontrollo ai due estremi della via non comportano modifiche alla perimetrazione dell’attuale area pedonale

Via delle Moline
Con l’inversione del senso di circolazione di via Mentana (tratto Marsala-Belle Arti) e con lo smantellamento definitivo del dissuasore, via Mentana non può più essere inglobata nell’area pedonale di Via delle Moline costituendo la via di accesso a via Borgo San Pietro. Contestualmente, con il posizionamento del varco di telecontrollo in via delle Moline angolo via delle Belle Arti (e la relativa dismissione del dissuasore mobile), anche il tratto di vicolo de’ Facchini ricompreso tra via Mentana e via delle Belle Arti viene escluso dalla perimetrazione dell’area pedonale.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Articoli correlati

Fatturazione
Elettronica

Fatturazione Elettronica

La soluzione più completa
per gestire la tua contabilità.

E-mail
Dipendenti

E-mail
Dipendenti

Gestisci la posta
con la webmail di Ascom.

PEC
Clienti

PEC
Clienti

La Posta Certificata
per i Clienti Ascom.

Portale Azienda

I nostri servizi tradizionali diventano proposte differenziate
per soddisfare tutte le esigenze degli associati

Azienda

dipendenti

Non hai un account? Scopri di più