fbpx

Bando CCIAA – contributi a fondo perduto a sostegno delle mamme imprenditrici

La Camera di Commercio di Bologna ha stanziato 1 milione di euro per contributi a fondo perduto a favore delle imprese, con sede e/o unità locali operative nell’area metropolitana di Bologna (ex provincia), amministrate da donne con figli nati tra il 1° gennaio 2020 e il giorno di invio della domanda, al fine di sostenere le spese necessarie per conciliare tempi di vita e di lavoro e non abbandonare l’attività imprenditoriale.


Chi può accedere al contributo

Possono accedere al contributo le microimprese, le piccole e le medie imprese (MPMI), iscritte al Registro Imprese Camerale, in regola col diritto annuale nonché in regolarità contributiva, amministrate da una donna imprenditrice.
Per donna imprenditrice si intendono: le titolari di impresa individuale, le socie amministratrici di società di persone, legali rappresentanti o consigliere delegate di società di capitali.


Le spese ammissibili

Ogni impresa, nell’interesse dell’imprenditrice che diventa neo mamma nel 2020, potrà accedere a un contributo a fondo perduto del 50% delle spese ammissibili, in regime de’ minimis, fino ad un massimo di 12.500,00 euro.

Le spese ammissibili al contributo sono al netto di Iva e potranno essere già sostenute alla data di invio della domanda o essere previste entro il 31 dicembre 2020, allegando idonei preventivi e contratti:

1. implementazione dell’organico (assunzione dipendenti a tempo determinato o indeterminato) per far fronte alla minore presenza della donna imprenditrice nel primo anno di vita del bambina/o;

2. realizzazione di una postazione di telelavoro presso l’abitazione della donna imprenditrice: acquisto pc fisso, pc portatile, netbook, ultrabook, stampante, scanner, collegamento a internet e utenze;

3. attivazione di collaborazioni con temporary manager in sostituzione o supporto alla donna imprenditrice;

4. spese sostenute dalla mamma imprenditrice, e rimborsate dall’impresa a quest’ultima, per servizi di asili nido, baby sitter o baby parking.

Le modalità di pagamento previste dal bando sono: bonifico bancario, ricevuta bancaria assegno, bancomat, carta di credito. Il pagamento in contanti è previsto per il solo punto 4 e non potrà eccedere 3.000,00 €.


Come presentare le domande

Le domande di contributo, firmate digitalmente, dovranno essere presentate alla Camera di Commercio di Bologna dalle ore 9,00 del 14 settembre 2020 alle ore 13,00 del 16 ottobre 2020, attraverso la piattaforma Webtelemaco. I contributi saranno assegnati secondo l’ordine cronologico di presentazione delle domande fino ad esaurimento dei fondi.


Per informazioni e chiarimenti contattare l’Ufficio Credito di Confcommercio Ascom Bologna.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Articoli correlati

Fatturazione
Elettronica

Fatturazione Elettronica

La soluzione più completa
per gestire la tua contabilità.

E-mail
Dipendenti

E-mail
Dipendenti

Gestisci la posta
con la webmail di Ascom.

PEC
Clienti

PEC
Clienti

La Posta Certificata
per i Clienti Ascom.

Portale Azienda

I nostri servizi tradizionali diventano proposte differenziate
per soddisfare tutte le esigenze degli associati

Azienda

dipendenti

Non hai un account? Scopri di più